Crea sito

NOTTURNO ALLA 77a MOSTRA D’ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA 2020

 

Notturno, girato nel corso di tre anni sui confini fra Iraq, Kurdistan, Siria e Libano, racconta la quotidianità che sta dietro la tragedia continua di guerre civili, dittature feroci, invasioni e ingerenze straniere, sino all’apocalisse omicida dell’ISIS. Storie diverse, alle quali la narrazione conferisce un’unità che va al di là delle divisioni geografiche. Tutt’intorno, e dentro le coscienze, segni di violenza e distruzione: ma in primo piano è l’umanità che si ridesta ogni giorno da un “notturno” che pare infinito. Notturno è un film di luce dai materiali oscuri della storia.

COMMENTO DEL REGISTA

In Medio Oriente, durante le riprese del film, ho incontrato le persone che vivono nelle zone di guerra. Ho voluto raccontare le storie, i personaggi, oltre il conflitto. Sono rimasto lontano dalla linea del fronte, ma sono andato là dove le persone tentano di ricucire le loro esistenze. Nei luoghi in cui ho filmato giunge l’eco della guerra, se ne sente la presenza opprimente, quel peso tanto gravoso da impedire di proiettarsi nel futuro. Ho cercato di raccontare la quotidianità di chi vive lungo il confine che separa la vita dall’inferno.

Regia: Gianfranco Rosi, Produzione: Stemal Entertainment, 21Uno Film. Fotografia: Gianfranco Rosi, Montaggio: Jacopo Quadri con Fabrizio Federico, Suono: Gianfranco Rosi.

Guarda i video della conferenza stampa

https://www.youtube.com/watch?v=UE2zRzISLcc

https://www.youtube.com/watch?v=9He395cta5E

https://www.youtube.com/watch?v=8kh7s1KfFzI

Pubblicato da redazione