The Expend4bles

La CIA incarica l’affiatato e agguerrito gruppo di mercenari sacrificabili, guidati dal veterano Ross, composto, tra gli altri, dal suo vice Christmas e dalla sua bella ma letale amante Gina, di recuperare degli ordigni atomici rubati dal sadico Rhamat, al servizio di un misterioso trafficante d’armi. Durante il loro esplosivo raid Ross apparentemente muore, e la missione si rivela un disastro, tanto che lo stesso Christmas viene licenziato. I superstiti del gruppo vengono paracadutati su una gigantesca nave cargo che trasporta un ordigno nucleare pronto ad esplodere, e lo stesso Christmas, agendo in proprio, si intrufola sulla nave per la finale, sanguinosa e ultraspettacolare resa dei conti, che si conclude con un’esplosione nucleare, e vede coinvolti tutti i protagonisti, buoni e cattivi, in estenuanti combattimenti corpo a corpo e sparatorie. Questo è il quarto, episodio, della saga stalloniana, dopo quasi dieci anni dal terzo, usando una formula collaudata che sicuramente soddisferà i numerosi amanti dell’azione e dell’avventura, qui portate ai suoi limiti estremi, tanto che sembra difficile immaginare un seguito più emozionante e spettacolare. Un film da cento milioni di dollari che si concentra esclusivamente sul dinamismo, moltiplicando scene di esplosioni, combattimenti, colpi di scena e violenze di ogni tipo, tanto che è stato vietato ai minori di 14 anni; un divieto sproporzionato e assurdo, visto che film ben più sanguinari sono tranquillamente trasmessi in TV, e che la violenza mostrata è talmente esagerata e fumettistica da non poter impressionare nemmeno i più giovani. Questo film si basa soprattutto sul suo cast, e non per nulla Stallone aveva concepito la serie per riunire i principali attori, suoi colleghi e concorrenti del genere azione/avventura. Ma ormai il buon Sly è troppo anziano per essere credibile in certi ruoli e saggiamente ha lasciato la parte del leone a Statham, attorno al quale ruota l’intero film, e che probabilmente è stato scelto per continuare il franchising, che vede tornare anche il veterano Dolph Lundgren (Gunnar). Astutamente si è inserita una figura femminile, la fin troppo bella e sinuosa Megan Fox. Nella speranza di intercettare anche il sempre più importante mercato orientale, appaiono anche due attori, grandi maestri delle arti marziali, celebri nei loro paesi l’atleticissimo Iko Uwais, qui nella parte del cattivo, e Tony Jaa che compare solo nel finale. In attesa del già programmato spinoff con Statham nella parte di Christmas.Regia: Scott Waugh. Cast: Sylvester Stallone, Jason Statham, Megan Fox, Dolph Lundgren, Andy Garcia, Tony Jaa, 50 Cent, Randy Couture, Iko Uwais, Jacob Scipio, Levy Tran, Nicole Andrews. Sceneggiatura: Spenser Cohen, Kurt Wimmer, Tad Daggerhart, Max Adams. Fotografia: Tim Maurice-Jones. Montaggio: Guillaume Roussel. Produzione: Campbell Grobman Films, Millennium Films. Distribuzione: Vertice 360. Nelle sale dal 21 settembre.

Guarda il trailer del film

https://www.youtube.com/watch?v=kvjiEVEmemQ

Pubblicato da redazione