Crea sito

L’UOMO CHE UCCISE DON CHISCIOTTE

 

 

Toby, cinico regista pubblicitario, si ritrova intrappolato nelle bizzarre illusioni di un vecchio calzolaio spagnolo che crede di essere Don Chisciotte. Nel corso delle loro avventure comiche e sempre più surreali, Toby è costretto ad affrontare le tragiche ripercussioni del film realizzato quando era un giovane idealista, che ha inciso in modo indelebile sulle aspettative e sui sogni di un piccolo villaggio spagnolo. Riuscirà Toby a farsi perdonare e a ritrovare la sua umanità? Riuscirà Don Chisciotte a sopravvivere alla sua follia e a salvarsi dalla morte che incombe? Riuscirà l’amore a trionfare su tutto? E’ una storia di fantasia e avventura, ispirata al leggendario protagonista di un classico della letteratura: il Don Chisciotte di Miguel de Cervantes, pubblicato in due volumi nel 1605 e nel 1615. Il film è diretto da Terry Gilliam, celebre regista di La leggenda del re pescatore, L’esercito delle 12 scimmie, Brazil, Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo e Paura e delirio a Las Vegas. Gilliam, che ha lavorato al progetto per quasi 30 anni, racconta del suo film: “Ci abbiamo lavorato così tanto che l’idea di finire davvero le riprese di questo film ‘clandestino’ è quasi surreale. Qualsiasi persona di buon senso ci avrebbe rinunciato anni fa, ma a volte, i sognatori incalliti alla fine ce la fanno. Per questo voglio ringraziare tutti i sostenitori visionari e malpagati che mi sono stati vicini per trasformare questo sogno in realtà’’. Nel cast ci sono Adam Driver (Star Wars: Il risveglio della Forza, Paterson, Silence), Jonathan Pryce, che aveva già lavorato con Gilliam (la saga di Pirati dei Caraibi, I fratelli Grimm e l’incantevole strega, Brazil, Il domani non muore mai) nel ruolo di Don Chisciotte, Stellan Skarsgård (Le onde del destino, Mamma Mia!, Will Hunting – Genio ribelle), Olga Kurylenko (Quantum of Solace, Oblivion, To the Wonder), Joana Ribeiro (Portugal Não Está à Venda, A Uma Hora Incerta), Óscar Jaenada (Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare, Cantinflas), Jason Watkins (premio BAFTA per The Lost Honour of Christopher Jefferies, Trollied, W1A), Sergi López (Il labirinto del fauno, Piccoli affari sporchi, With a Friend Like Harry), Rossy de Palma (Julieta, Donne sull’orlo di una crisi di nervi, Three Many Weddings), Hovik Keuchkerian (Assassin’s Creed, The Night Manager) e Jordi Mollá (Criminal, Heart of the Sea – Le origini di Moby Dick, Blow). Gilliam ha scritto la sceneggiatura con Tony Grisoni, con cui aveva già lavorato su Paura e delirio a Las Vegas, Tideland – Il mondo capovolto e I fratelli Grimm e l’incantevole strega. La talentuosa troupe comprende il rinomato direttore della fotografia Nicola Pecorini (The Zero Theorem – Tutto è vanità, Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo, Paura e delirio a Las Vegas), lo scenografo Benjamín Fernández (Il gladiatore, The Others, Mare dentro), la costumista Lena Mossum (Sexy Beast – L’ultimo colpo della bestia, Le 13 rose, L’ultimo inquisitore) e, al reparto trucco e acconciature, Sylvie Imbert (Abracadabra, Blancanieves, Holy Camp). L’eclettico cast è stato riunito dalle casting director Irene Lamb (Star Wars – Una nuova speranza, Star Wars – L’Impero colpisce ancora, Brazil) e Camilla Valentine Isola (Quantum of Solace, Love Actually – L’amore davvero).
Le riprese si sono svolte in Spagna, Portogallo e nelle Canarie, a Fuerteventura. “Ho cominciato a
lavorare su Don Chisciotte nel 1989 e, nonostante tutti gli ostacoli, ero emozionato all’idea che 400
anni dopo la morte di Cervantes il mio progetto fosse in produzione”, racconta Gilliam. “Don
Chisciotte è un sognatore, idealista e romantico, che non vuole accettare i limiti della realtà e che
continua a camminare nonostante gli ostacoli, proprio come abbiamo fatto noi. In Spagna e Portogallo ho trovato tutti i posti che avevo immaginato e ora finalmente porterò la storia del Cavaliere dalla triste figura al pubblico contemporaneo”. Il film è una coproduzione europea. Tornasol/Carisco (Spagna) è la produzione principale, affiancata da Kinology (Francia) e Entre Chien et Loup (con sede in Belgio, dove sono stati terminati gran parte degli effetti visivi e del missaggio). Un altro coproduttore è Ukbar Filmes (con sede in Portogallo, dove l’iconico convento di Tomar è stato usato come location). Il film è stato prodotto da Gerardo Herrero e Mariela Besuievsky, produttori spagnoli della Tornasol Films (Oscar per il Miglior film straniero Il segreto dei suoi occhi, Ballata dell’odio e dell’amore) e Amy Gilliam, figlia maggiore di Terry, che ha lavorato su tutti i film di suo padre fin da Paura e delirio a Las Vegas e ha prodotto Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo, insieme al compianto Bill Vince. Grégoire Melin, produttore di Kinology, ha finanziato grandi progetti internazionali come Cosmopolis di David Cronenberg, Upside Down di Juan Solanas e Spring Breakers – Una vacanza da sballo di Harmony Korine. Kinology, in qualità di agente di vendita del film, nel 2014 ha lanciato le vendite internazionali all’American Film Market ed è rimasto un partner finanziario del film negli ultimi cinque anni. Sebastien Delloye, produttore di Entre Chien et Loup, vanta crediti come The Happy Prince, debutto alla regia di Rupert Everett, ed Elle, film diretto da Paul Verhoeven e premiato al Golden Globe. Pandora Cunha Telles e Pablo Iraola di Ukbar Filmes hanno all’attivo progetti come Joaquim di Marcelo Gomes, The Train of Salt and Sugar di Licinio Azevedo e il film collettivo Bridges Of Sarajevo. Mariela di Tornasol racconta: “Quando io e Gerardo ci siamo avvicinati per la prima volta a questo progetto, abbiamo letto la sceneggiatura e l’abbiamo trovata strepitosa, fantastica, piena di avventura. In questo film e nel personaggio di Don Chisciotte ritroviamo il mito e il suo carattere iconico”. Amy Gilliam ha lavorato sul Don Chisciotte del 2000 nel reparto fotografia e ha cominciato a essere ossessionata dall’idea di portarlo a termine, seguendo ogni possibile opportunità di finanziamento “per quanto ci rendessimo conto che sarebbe stato folle”. L’ultimo finanziamento per L’uomo che uccise Don Chisciotte è arrivato grazie a un accordo negoziato da Amy con Alacran Pictures, di Alessandra e Giorgia Lo Savio, che ha fornito il resto del capitale necessario per realizzare il film. Racconta Amy: “Alessandra e Giorgia erano a conoscenza dell’impresa su cui stavamo lavorando e hanno creduto in noi. Si sono impegnate nel processo creativo e ci hanno supportato in modo che la nostra visione diventasse realtà”. Le sorelle Lo Savio concordano: “Non solo siamo orgogliose di sostenere Terry nella realizzazione di questa fiction visionaria per il grande schermo, ma gli siamo davvero grate per averci accolte nel suo universo immaginario – entrambe non possiamo più farne a meno”. Il coproduttore  Jeremy Thomas condivide il loro entusiasmo: “Tutti noi della Recorded Picture Company siamo entusiasti di essere stati coinvolti in qualche modo per realizzare il sogno del nostro caro amico Terry”.

Guarda il trailer del film

https://www.youtube.com/embed/SOpKy_Znaxk

pubblicato da redazione – webstampa24@gmail.com