Crea sito

INSANE LOVE AD ALICE NELLA CITTA’ ALLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA

Un film breve di Eitan Pitigliani, una produzione Paradise Pictures con Rai Cinema, prodotto da Giuseppe Alessio Nuzzo, in collaborazione con Mac Teatro Libero AID, Ryna Dancewear e Grey Ladder Productions, distribuito da Prem1ere Film di Roberto De Feo. Produttori esecutivi Daniela Zanchini, Enrico Mastracchi Manes, Giampiero Cirotto, Floriana Valente e Giacomo Molinari. Un ringraziamento speciale a Daniele Cipriani, Teresanna Nuzzo, Filomena Cusano e Vincenzo Vivenzio. Mette insieme cinema e danza, in una commistione che, grazie alle coreografie di Anna Cuocolo e alla fotografia di Vladan Radovic, rappresenta un viaggio nelle profondità dell’anima, anche grazie alla colonna sonora, nella quale il binomio tra l’amore vero e la crudezza della realtà è rappresentato, da una parte, dalle musiche del M° Sakamoto, che mi sento onorato di aver potuto inserire nel mio film, musiche che entrano nell’anima del protagonista facendo diventare tutt’uno con quelle emozioni che non avrebbe mai pensato neppur lontanamente di provare, e la colonna sonora originale del M° Vivaldi, che crea un meraviglioso ponte tra la vita reale e quell’amore che sembra portare il protagonista in un altro mondo”. Della durata di 20 minuti, il film racconta la storia di Alessandro, un giovane modello italiano (interpretato da Filippo Gattuso), la cui vita, apparentemente fatta di successo, sembra invece essere giunta ad un punto morto. Alessandro infatti si sente solo, convinto che nessuno possa colmare il vuoto che sente dentro di sé, “neanche a mettere insieme tutte le persone del mondo”. Fino a che, un giorno, camminando per le strade di Roma, si imbatte in Sofia, una bellissima ragazza argentina (interpretata dall’attrice Clara Alonso, conosciuta in Italia per il ruolo di Angie nella serie Violetta di Disney Channel). Da quel momento, tutta la vita di Alessandro sembra cambiare, lanciandolo in un viaggio tormentato, un vero e proprio “rollercoaster” di emozioni, al termine del quale si troverà solo di fronte a se stesso, e a quell’amore talmente forte da diventare folle, quasi insano. Nel cast, tra i protagonisti, Miriam Dalmazio, nel ruolo dell’amica di Alessandro, che tenta di scuoterlo in tutti i modi, accanto a Diego Dominguez e Davide Dato, étoile, primo ballerino del Balletto di Vienna, per la prima volta sul grande schermo. La fotografia è di Vladan Radovic (premio David di Donatello per “Anime Nere” di Francesco Munzi), le coreografie di Anna Cuocolo (Premio Positano per l’Arte della Danza nel 2003), il montaggio di Massimo Quaglia (premio Nastro d’Argento per “La migliore offerta” di Giuseppe Tornatore), scenografia di Ilaria Sadun, suono di Andrea Moser. La colonna sonora è composta da musiche originali del M° Paolo Vivaldi, accanto alle quali figurano come additional licensed music brani di Ryuichi Sakamoto (premio Oscar per L’Ultimo Imperatore) e Gustavo Santaolalla (premio Oscar per Babel e Brokeback Mountain).

Guarda il trailer del cortometraggio

https://www.youtube.com/embed/foBzr-_mRe4

pubblicato da redazione – webstampa24@gmail.com